Il Popolo della Famiglia (PdF) ha chiuso oggi la sua campagna elettorale per l’elezione dei sindaci di due comuni della città metropolitana di Roma, Roiate e Marano Equo. I comizi finali sono stati tenuti da Nicola Di Matteo, coordinatore nazionale del PdF, accompagnato dai due candidati Alessandra Trigila e Massimo Boschi. “L’azione politica del PdF sarà ispirata agli obiettivi programmatici del nostro movimento di ispirazione cristiana, in particolare la salvaguardia della vita, dal suo inizio fino alla fine naturale, la tutela della famiglia e l’aiuto ai più deboli e indifesi”, ha dichiarato Di Matteo. “Anche nei piccoli comuni è necessario mettere in campo nuove politiche e i nostri due candidati sapranno certamente mettersi al servizio di questi valori”.

Il programma del PdF nei due comuni della Valle dell’Aniene è articolato in diverse proposte operative, tra cui: incentivare il ripopolamento, tramite strumenti che consentano di vivere in condizioni di piena sostenibilità e di qualità della vita; tutelare con misure adeguate la piccola imprenditoria locale a conduzione familiare e favorire l’apertura di esercizi commerciali nel centro storico; istituire uno sportello comunale, attraverso uno specifico servizio telefonico, per la tutela della maternità e della donna; incentivare le diverse forme di turismo, eventualmente in sinergia con le associazioni già presenti sul territorio; contrastare le dipendenze dovute al consumo di droghe e di alcol, alla ludopatia e alla pornografia.

“Come sindaco di Roiate punterò ad incentivare il turismo, valorizzando questo territorio così ricco di risorse naturali, storiche e culturali, rilanciando anche iniziative di grande interesse come l’Osservatorio astronomico regionale ‘Angelo Secchi’ situato in località Santa Maria la Serra”, ha dichiarato Alessandra Trigila, laureata in Scienze dell’Educazione e insegnante in pensione. “Mi impegnerò anche nel ripopolamento del comune, avviando iniziative di sostegno economico per le giovani famiglie già residenti a Roiate, come anche incentivi fiscali per i giovani che vi volessero stabilire la propria residenza per avviare nel territorio comunale nuove attività di piccola imprenditoria commerciale, rurale e artigiana”.

“Ho accettato la mia candidatura a sindaco di Marano Equo perché sono convinto che le politiche del Popolo della Famiglia in materia di strumenti amministrativi comunali per l’assistenza alle famiglie, alla natalità, nonché per lo sviluppo dell’economia legata alle imprese familiari, possano avere concretezza e valore anche in questo comune e portare nuova prosperità e sviluppo”, ha dichiarato Massimo Boschi, ingegnere aeronautico e manager di un’azienda nel settore informatico. “Intendo perciò impegnarmi ad una forte azione propulsiva in materia di turismo, cultura, associazionismo e lotta alle dipendenze, favorendo il contributo e la collaborazione di tutte le realtà più importanti della Valle dell’Aniene”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *